Rassegna critica di studi sulla rappresentazione dell’architettura e sull’uso dell’immagine nella scienza e nell’arte

Editori

La casa editrice Università degli Studi di Trento si pone come obiettivo la selezione e pubblicazione del sapere accademico a partire dal risultato della ricerca e della didattica all’interno dell’ateneo.

Il marchio editoriale nasce nel 1992, ma già nel 1983 l’Università degli Studi di Trento aveva iniziato un progetto editoriale con la collana dei Quaderni del Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale. I soggetti responsabili delle pubblicazioni sono i Dipartimenti, i Centri di ricerca e il Centro Studi Martino Martini, tra i quali contribuiscono in particolare all’attività editoriale i Dipartimenti – prima Facoltà – di Lettere e Filosofia e di Giurisprudenza.
Fin dal 2004 la casa editrice dà la possibilità di pubblicare ad accesso aperto, incentivandone particolarmente la scelta a partire dal 2014, anno di approvazione della policy di ateneo sull’accesso aperto alla letteratura scientifica. Conseguentemente anche le principali collane dell’editore si sono gradualmente aperte a questo nuovo modello distributivo, che consente indubbi vantaggi economici e scientifici, considerato l’impatto citazionale degli autori e della casa editrice garantito dalla massima diffusione.


Nata a Padova nel 1987, la casa editrice Il Poligrafo si segnala per una editoria di qualità con una forte impronta umanistica rivolta a diversi ambiti: arte, architettura, paesaggio, archeologia, filosofia, critica letteraria, storiografia, cinema, narrativa, poesia, memorialistica, studi di genere. È partner di atenei, centri di ricerca, musei, fondazioni, istituzioni ed enti in ambito nazionale ed europeo, per i quali rappresenta un interlocutore partecipe cui affidare la cura, la pubblicazione, la diffusione e la promozione delle proprie pubblicazioni. Il suo catalogo comprende titoli che spaziano da saggi a monografie più classiche fino a libri illustrati e narrativa, oltre a un settore di riviste, nell’ambito di una proposta originale e articolata caratterizzata dal rigore scientifico e dall’estrema cura editoriale, che vuole favorire il dialogo e lo scambio tra ambiti disciplinari differenti, tra circuiti accademici ed extra-accademici, moltiplicando i saperi al di fuori di una rigida settorializzazione della ricerca. All’amore per il libro nella sua veste più antica e fisica, Il Poligrafo, sensibile alle profonde trasformazioni digitali che ormai da anni hanno investito il mondo dell’editoria, ha affiancato la produzione di edizioni ebook delle sue pubblicazioni.