Accedi

Effettua l'accesso per vedere le aree riservate

Username *
Password *
Rimani connesso

Rassegna critica di studi sulla rappresentazione dell’architettura e sull’uso dell’immagine nella scienza e nell’arte

Franco Purini

Ha frequentato la Facoltà di Architettura di Roma negli anni ’60, segnati dall’insegnamento di Bruno Zevi e di Ludovico Quaroni con il quale si laurea nel 1971.

Dal 1964 al 1968 lavora nello studio di Maurizio Sacripanti e dal 1968 al 1973 con Vittorio Gregotti. Professore ordinario dal 1981, dal 1977 è impegnato nell’insegnamento del Disegno e della Composizione Architettonica in diverse università italiane (Reggio Calabria, “Sapienza” di Roma, Politecnico di Milano, Ascoli Piceno, Istituto Universitario di Architettura di Venezia e, nuovamente, Roma).

Dal 1985 è professore onorario del CAYC (Centro de Arte y Comunicaciòn) di Buenos Aires, dal 1989 è membro dell’Accademia Nazionale di San Luca e dal 2000 dell’Accademia delle Arti del Disegno di Firenze.

Nel 1983 ha ricevuto la Targa d’argento dell’Unione Italiana del Disegno, nel 1984 il Premio dell’Associazione Critici d’Arte Argentini, nel 1985 il Leone di Pietra della Biennale di Venezia, nel 2003 il Premio Grotta di Tiberio per l’Architettura, nel 2008 a Napoli il Premio Sebetia per l’Architettura.

Ha affrontato le questioni teoriche e figurative del dibattito disciplinare, influenzando l’ambiente internazionale, attraverso numerosi scritti: Luogo e Progetto (1976); Alcune forme della casa (1979); L’architettura didattica (1980), tradotto in più lingue; Sette paesaggi (1989); Nel disegno (1992); Dal progetto (1992); Esercizi di composizione (1993); Una lezione sul disegno (1993); Comporre l’architettura (2000); Franco Purini. Le opere, gli scritti, la critica (2000) a cura di Gianfranco Neri; La città uguale (2005), Quaderno di Anfione-Zeto; La misura italiana dell’architettura (2008).

Nel 1966 apre lo studio a Roma con Laura Thermes dando origine a un lungo sodalizio segnato da un’intensa attività progettuale vocata alla sperimentalità sui temi del progetto in rapporto alla rappresentazione, alla città e al paesaggio.