Accedi

Effettua l'accesso per vedere le aree riservate

Username *
Password *
Rimani connesso

Rassegna critica di studi sulla rappresentazione dell’architettura e sull’uso dell’immagine nella scienza e nell’arte

Officina Edizioni

I primi libri di Officina Edizioni apparvero nel 1964 su iniziativa di Aldo Quinti.

In quegli anni anche le maggiori case editrici italiane riservavano una sporadica attenzione agli studi di architettura e fu proprio questo il campo dell'impresa editoriale di Quinti che si chiamerà, appunto, Officina: un laboratorio di ricerca connotato da rapporti collaborativi e amichevoli con gli Autori, da una produzione sempre incanalata in specifiche collane, da un insieme di apparati lavorativi semplici e non dispersivi. La casa editrice iniziò presto ad occuparsi non solo di architettura ma anche di sociologia, etnologia, linguistica, arte, teatro e cinema.

Dal 2002, sotto un'altra direzione, Officina Edizioni persegue gli obiettivi originari con nuove strategie: mantenendo le collaborazioni esistenti, consolidando i rapporti con i direttori delle collane, avviando nuove iniziative editoriali e collaborazioni con il mondo dell'università.

Oggi OE partecipa in maniera fattiva al dibattito nazionale ed internazionale sull'architettura e sulle sue molteplici intersezioni con i mondi del sapere umanistico e scientifico, con l'obiettivo di raggiungere un pubblico sempre più vasto di studiosi.