Accedi

Effettua l'accesso per vedere le aree riservate

Username *
Password *
Rimani connesso

Rassegna critica di studi sulla rappresentazione dell’architettura e sull’uso dell’immagine nella scienza e nell’arte

Roberto de Rubertis

È professore emerito della Sapienza Università di Roma, già ordinario di Disegno dell’Architettura (1981-2011).

È architetto dal 1965 e ha svolto attività progettuale realizzando tra l’altro grandi centri residenziali e di servizio (Pesaro 1968-78, Chieti 1976-1978) e allestimenti museali (Perugia, Spoleto, Orvieto, Colfiorito). È stato presidente del corso di laurea in “Grafica e progettazione multimediale” della Facoltà di Architettura di Roma.

Ha insegnato anche Rilievo dell’Architettura e Percezione e Comunicazione Visiva nella Facoltà di Architettura di Roma, nonché Progettazione Architettonica nella Facoltà di Ingegneria di Perugia.

Ha fondato e diretto (dal 1986) la rivista “XY dimensioni del disegno”.

Conduce ricerche nel campo della percezione visiva, del rilievo archeologico, della riqualificazione dei luoghi urbani irrisolti e dell’evoluzionismo in architettura.


Tra le sue pubblicazioni: Progetto e percezione (Officina, Roma 1971), Il disegno elettronico (Kappa, Roma 1975), Geometria Descrittiva (Kappa, Roma 1975), Il disegno dello spazio (Kappa, Roma 1979), Temi e codici del disegno d’architettura (con A. Soletti e V. Ugo, Officina, Roma 1992), Il disegno dell’architettura (NIS, Roma 1994), De vulgari architectura (Officina, Roma 2000), Percezione e comunicazione visiva dell’architettura (con M. Clemente, Officina, Roma 2001), La città rimossa (Officina, Roma 2002), La città mutante (Franco Angeli, Roma 2008), Rilievi archeologici in Umbria (ESA, Napoli 2011), Darwin architetto (ESA, Napoli 2012), I ventiquattro luoghi dell'architettura (ESA, Napoli 2013).


In narrativa: La bistilloide (Kappa, Roma 2004), Senza perché (ESA, Napoli 2012), La cima bianca, (ESA, Napoli 2014).