Critical review of studies on the representation of architecture and use of the image in science and art

Anna Ottani Cavina

Terre senz'ombra

Publisher Adelphi

Milano 2015

472 pages

Isbn: 978-88-459-2942-7

Da Adelphi una ghiotta novità per chi si occupa di immagine nell’arte e nella scienza, cioè per tutti i lettori di XY.

È il bel libro di Anna Ottani Cavina Terre senz’ombra che, non a caso, esce nella nuova collana Imago di cui è il secondo titolo.

L’autrice propone una lettura affascinante di quelle terre italiane che sono senz’ombra, perché illuminate dalla luce della cultura e che dalla cultura sono coltivate e “cotte” nel senso che piacerebbe a Claude Lévi-Strauss, in quanto plasmate dai sentimenti umani conformemente alle immagini del mondo come l’uomo le vuole.
Immagini che narrano di “quando il paese diventò paesaggio” e che sostituiscono la realtà oggettiva, vuota di storia e di passioni. Al contrario dalla pittura di Carracci, di Poussin, di Jones e di Canaletto è nato un mondo che è ancora più vero e umanamente reale perché è il solo conosciuto dalle vie del cuore e della memoria.

Leggere queste pagine e immergersi nelle illustrazioni che le sostengono è vivere l’avventura di questa sostituzione.

Splendida è la selezione delle testimonianze scelte e sapientemente distribuite per oltre quattrocento eleganti pagine.

Review by

Roberto de Rubertis

This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

Roberto de Rubertis is emeritus professor of Sapienza University of Rome, former professor of Architecture Drawing (1981-2011).

Architect since 1965 he has designed among other works large residential and service centers (Pesaro 1968-78, Chieti 1976-1978) and museum exhibits (Perugia, Spoleto, Orvieto, Colfiorito). He was president of the course of Graphic and Multimedia Design of the Faculty of Architecture of Rome.

He also taught Architectural Survey, Perception and Visual Communication at the Faculty of Architecture of Rome, and Architectural Design at the Faculty of Engineering of Perugia.

He founded and directed (since 1986) the magazine "XY dimensions of design". He conducts research in the field of visual perception, the archaeological survey, redevelopment of urban unresolved issues and evolutionism in architecture.